Cerimonia di inaugurazione dei busti marmorei dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino donati al Tribunale di Massa Carrara

Nella giornata di sabato 23 aprile ha avuto luogo la cerimonia di inaugurazione dei busti marmorei dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino donati al Tribunale di Massa Carrara.  L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Beppe Lungo Onlus, sponsorizzata dalla Banca BVLG e altri enti, patrocinata dal Comune di Massa, e accolta con prezioso spirito collaborativo dal Presidente del Tribunale Paolo Puzone, si è svolta in concomitanza con il trentennale della morte dei due magistrati simbolo dell’Italia onesta e democratica.

Il Presidente Puzone ha condotto la cerimonia, alla presenza del Prefetto Claudio Ventrice, dei sindaci della provincia, dei giudici del tribunale di Massa e dei rappresentanti delle forze armate, nonché dell’artista autore dei due busti, Roberto Gualtieri.

(Da sin a dx: col. Di Pirro (comandante provinciale Carabinieri), avv. Persiani (Sindaco di Massa), dott. Ventrice (Prefetto di Massa Carrara), dott. Puzone (Presidente del tribunale di Massa), Gianni Lorenzetti (Presidente Provincia di Massa Carrara), prof. De Pasquale (sindaco di Carrara), avv. Valettini (Sindaco Aulla), avv. Ferri (Sindaco di Pontremoli), dott.ssa Lungo (vicepresidentessa Fondazione), dott. Cavallo (Questore di Massa Carrara), col. Formica (Guardia di Finanza).

Il notaio Lucio Consoli ha sottolineato l’importanza di difendere la memoria di questi due giudici, che hanno offerto la loro vita in nome della giustizia. Nelle sue parole l’invito ad impedire che il tempo cancelli il loro sacrificio, e a tramandare il loro spirito di attaccamento allo Stato anche alle future generazioni.

La Fondazione Beppe Lungo ha voluto contribuire al desiderio comune di rendere omaggio a queste figure che costituiscono un modello esemplare a cui tendere e che trovano la giusta collocazione in un tribunale, dove il valore della legalità, della giustizia e dell’onestà devono essere gli assoluti padroni di casa. Il loro sguardo costituirà un esempio e uno stimolo continuo a chiunque passi in queste aule.

Inoltre è stato presentato il bando di concorso intitolato “CIVILTÀ E LEGALITÀ, IL RUOLO CHIAVE DELLA MAGISTRATURA NELLA SOCIETÀ DEMOCRATICA”, finalizzato alla promozione della cultura della legalità e del rispetto, destinato agli alunni della Scuola Secondaria di Primo e Secondo grado del Comune di Massa e dei Comuni della Lunigiana.

Il progetto, finanziato dal Comune di Massa e dalla Banca BVLG, nasce con l’obiettivo di stimolare all’interno delle scuole un dibattito sull’importanza della legalità e per sottolineare la centralità del ruolo della magistratura nell’amministrazione della giustizia.

Paola Lungo, vice presidentessa della Fondazione Beppe Lungo Onlus ha sottolineato l’attenzione della Fondazione al tema della formazione e alla necessità di trasformare il triste anniversario dei trent’anni dalla morte di Falcone e Borsellino in un momento di riflessione e di stimolo continuo al miglioramento per la società civile.

Il sindaco di Massa ha ringraziato la Fondazione per quest’iniziativa ed ha sottolineato l’orgoglio dell’amministrazione comunale nell’aver sostenuto e contributo a questa iniziativa. Ha peraltro annunciato che l’area antistante il tribunale sarà anch’essa intitolata ai due magistrati.